Globe − Sistema di Supervisione

Descrizione

L’obiettivo del sistema di supervisione Globe è offrire un sistema al contempo globale e modulare per quanto riguarda:

  • la gestione e supervisione degli impianti d’allarme e tecnologici
  • la gestione del Controllo Accessi e TVCC
  • la gestione e controllo dei mezzi di chiusura (serrature meccatroniche, cilindri meccanici ed elettromeccanici, tornelli e\o barriere a tutta altezza).

Grazie al comune supporto di comunicazione TCP\IP il sistema di controllo accessi Globe nasce per gestire i problemi delle grandi aziende distribuite geograficamente sul territorio; grazie alla sua modularità e scalabilità ben si adatta anche a progetti per piccole-medie imprese.

Caratteristiche

Il concetto di base del sistema è la costruzione di un’architettura modulare che, tramite un dispositivo dislocato in ciascun sito ed una connessione alla rete dati via TCP/IP, permette la supervisione ed il controllo dei dispositivi di campo remoti, mantenendo la sicurezza e correttezza dei dati trasmessi attraverso un sistema di firewall\controllori di traffico TCP/IP, sia a livello centrale che a livello periferico. Il sistema si basa quindi, a livello hardware, su moduli di I\O di traffico specializzati, Keta (Kaba-Eternet-Terminal-Adapter)-BOX, che vengono installati presso le sedi fisiche degli impianti e hanno funzione di normalizzatori dei dati, gestori dei protocolli e firewall. Il sistema di controllo accessi è completato dal motore centrale software tipicamente installato presso i CED, nelle sue componenti Core (data base relazionale, processi di comunicazione e gestione, ecc..) e i centri di Ascolto e Sicurezza per i suoi componenti di interfaccia utente.

Il motore software è assai modulare ed ogni modulo assolve a determinati compiti quali:

  • Network management
  • Data Base management
  • Antintrusion and Antifire central mangement
  • Tecnological Building Supervision
  • Direct (nativo) TVCC management
  • Direct (nativo) Access controll management
  • GUI (Grafical User Interface) management

Tutti i moduli ed i processi ad essi collegati lavorano real time e di conseguenza l’attivazione di nuovi siti remoti, attraverso i moduli Hw Keta-Box non richiede nessun tempo di fuori servizio del sistema.
Globe è un sistema di controllo accessi che nasce dalla fusione delle esperienze, interne al gruppo, di Data Collection e Security. Unisce quindi all’alta sicurezza intrinseca dei sistemi Kaba le fondamentali caratteristiche di un sistema di data collection.
Infatti Globe è nato come sistema aperto ed è già nativamente interfacciabile con tutti i principali Vendor ERP (SAP, J&D, Baan), è inoltre in grado di interfacciare in modo nativo, grazie al Keta-Box, dispositivi hardware disomogenei tra loro.

Le principali caratteristiche di Globe sono quindi:

  • Modularità: su piattaforma hardware basata su PC Server
  • Database : Microsoft SQL Server 2000 o superiore
  • Client/Server: su sistema operativo Microsoft Windows 2003 per la parte di supervisione
  • Web\Browser: scritto in Java nativo per la parte di gestione distribuita degli accessi, Windows 2003 compliant
  • Fault tolerance: mediante clustering
  • Integrabilità: verso l’alto, grazie ai layer middleware per i più importanti ERP; verso il basso e i dispositivi generali porpouse di campo, grazie al Keta-Box
  • Interfaccia grafica: conforme agli standard Microsoft Windows

Caratteristiche tecniche

Il sistema Globe è organizzato su 3 livelli:

Livello 1 – Dispositivi di campo
(Centrali AC, TVCC, AI, e Tecnologiche)

Il livello di campo grazie ai Keta-Box e al Bedanet 92 90 unità di gestione e Controllo degli Accessi e del controllo varco Kaba, può essere quanto di più vario esista già in campo, per i sistemi di sicurezza, e quanto tecnologicamente all’avanguardia il Gruppo Kaba è in grado di proporre in quest’ottica. Sono quindi interfacciabili e controllabili\monitorabili:

• Unità di Controllo Accessi (Bedanet 92 90)
• Lettori di badge di varie tecnologie (di prossimità Legic o Mifare, lettori biometrici ecc... )
• Dispositivi meccanici e meccatronici di chiusura varco (cilindri e serrature)
• Mezzi fisici di controllo varco (tornelli, revolving doors, sliding doors, ecc.)
• Centrali Antiintrusione
• Centrali Antincendio
• Dispositivi di I\O quali sensori (contatti magnetici, sensori di movimento, di rottura, attuatori)
• Telecamere

Livello 2 – Apparati di interfaccia di campo (Keta-Box)

I Keta-Box sono stati nativamente customizzati in funzione dei tipi informazioni che sono preposti a gestire (allarmi, attuazioni, ecc..), in particolare sono ad oggi presenti i seguenti tipi:
• KETA-BOX SECURITY KS
• KETA-BOX VIDEOSORVEGLIANZA KV
• KETA-BOX DI CAMPO KC
• KETA-BOX ACCESSI KA
Essendo il dispositivo nato nell’ottica di interfaccia General Porpouse, è programmabile in modo nativo ed è quindi possibile predisporre altri tipi di apparati quali devices per Antiincendio e Tecnologici.

Livello 3 – Sistemi (HW e SW) del centro di supervisione e controllo

Il Centro di supervisione e Controllo è organizzato mediante un’architettura client-server strutturato secondo i seguenti frame:
• COM FRAME è il Front End verso la rete geografica:
- Rete Primaria LAN-TCP/IP
- Rete Backup RTC
• MONI FRAME: raccoglie tutte le informazioni riguardanti gli eventi, le periferiche, ...e in particolare rappresenta il motore relazionale dei dati.
• GUI FRAME: rappresenta l’interfaccia operatore per la gestione quotidiana
• COACH WEB: Controllo Accessi
Tutti i frame, a livello Hw, sono in network, ed utilizzano, a livello Sw, il TCP/IP come protocollo di comunicazione.